sabato 1 settembre 2012

Documenti brasiliani

Cari lettori,

viste le richieste di informazioni che ho ricevuto via e-mail in questi giorni, eccomi a scrivere un post sulla richiesta del documento di identità brasiliano per stranieri (antica RNE - Registro Nacional de Estrangeiro, che oggi si chiama CIE - Carteira de Identidade de Estrangeiro).




Una volta arrivato in brasile, il cittadino italiano deve provvedere alla autenticazione della trascrizione dell'Atto di Matrimonio depositata nei registri consolari italiani. Il certificato rilasciato dal Consolato Brasiliano in Italia deve passare per il Cartório de Imóveis per l'autenticazione e quindi per il Cartório de Registro Civil per la trascrizione definitiva del matrimonio qui in Brasile. In questo modo, il matrimonio sarà riconosciuto valido in Italia, dove è stato celebrato di fatto, ma anche in Brasile. Il certificato emesso dal Consolato Brasiliano verrà trattenuto in Cartório, il quale consegnerà un certificato di matrimonio brasiliano. 

Con questo nuovo certificato bisogna recarsi presso la Polícia Federal della città brasiliana in cui si intende risiedere. La Polícia Federal richiederà tutti i documenti dello straniero (Passaporto, CPF, ricevuta del visto permanente rilasciata dal Consolato, comprovante di residenza e certificato di matrimonio brasiliano) e del coniuge brasiliano (CPF, RG, comprovante di residenza) per fare richiesta della carta di identità brasiliana (CIE) a Brasilia. 

In genere ci vogliono circa 6 mesi per ricevere la carta di identità brasiliana, ma la Polícia Federal emette un certificato temporaneo da poter utilizzare al posto del documento definitivo.


Arrivederci al prossimo post!