mercoledì 11 settembre 2013

Come disidratare le banane in casa

Cari lettori,

questo post è nato da una banale domanda che  mio padre mi ha appena fatto: "Ma cosa farai con tutte quelle banane in arrivo, mica puoi mangiartele tutte insieme?". 

In effetti non avevo ancora riflettuto sul fatto che le banane si matureranno quasi in contemporanea e, ovviamente, non riusciremo a mangiare 150 banane in pochi giorni, anche se Renato le adora...

In un primo momento ho pensato di farci torte e marmellate, ma poi mi è venuta un'idea migliore: perché non disidratarle? Qualche volta mi è capitato di assaggiarle, quelle che vendono nei negozi, e sono davvero buone, ottime per una sana merenda!!!


Ho trovato questo procedimento che mi sembra interessante, ma se qualcuno di voi ne conosce altri i commenti sono ben accetti, anzi, obbligatori.

Come procedere:
  1. Le banane vanno sbucciate ed immerse per alcuni minuti in acqua e limone, affinché non anneriscano durante il processo.
  2. Quindi bisogna tagliarle a fettine sottili e il più possibile uniformi.
  3. Una volta affettate, si dispongono su una griglia e messe in forno pre-riscaldato, ad una temperatura bassa, tra 50 e 60 gradi.
  4. Si lasciano in forno per 18 ore, fino a risultare croccanti e dorate, ma non scure.
  5. Conservare le banane essiccate in luogo fresco e asciutto (che qui è un'utopia...).
Cliccate qui per vedere il passo a passo con le foto e la spiegazione (in lingua portoghese, ma di facile comprensione).


Arrivederci al prossimo post!!!