mercoledì 8 giugno 2016

Vi presento la mia città: Caxias do Sul

Cari lettori,

Oggi vi parlerò della città di Caxias do Sul, dove abito. Caxias è la seconda città nello stato del Rio Grande do Sul in termini di popolazione (circa 500.000 abitanti), dopo la capitale Porto Alegre. È la città più importante della cosiddetta Serra Gaúcha.

È impossibile parlare di Caxias senza menzionare l'immigrazione italiana in Brasile, che ebbe inizio nel 1875 a Nova Milano, circa 24 Km da Caxias. I primi arrivati erano lombardi e poi arrivarono veneti, piemontesi, trentini, tra altri. Gli italiani sono emigrati in tutto il mondo, ma in Brasile, nello stato del Rio Grande do Sul, l'emigrazione italiana ebbe il suo capitolo più difficile. Qui gli italiani sono arrivati in una zona disabitata sopra le montagne, ricoperta di una fitta foresta. Hanno dovuto abbattere gli alberi e costruire le prime case. Quelli che venivano dall'Italia dovevano essere giovani e forti perché c'era tantissimo lavoro da fare.

Qui abbiamo una foto simile a quella che ho pubblicato nel post precedente, in Piazza Dante Alighieri, centro di Caxias, fatta nel 1889. L'evoluzione è notevole!

Fonte: Archivio Storico Comunale João Spadari Adami

La forza degli emigranti ha spinto le generazioni posteriori e ha trasformato Caxias in uno dei più grandi poli industriali del Brasile, il secondo nel settore metalmeccanico.

La festa più importante è la Festa da Uva, ovvero La Festa dell'Uva, che avviene ogni due anni, dal 1931, durante il periodo della vendemmia. Solo per farvi capire l'importanza di questa festa a livello nazionale, la prima trasmissione a colori della TV brasiliana fu, nel 1972, la sfilata della Festa da Uva a Caxias do Sul.

Io abito a 700 metri dal parco dove si svolge la festa, e vivo ogni due anni da vicino questo grande evento. Quest'anno la festa si è svolta dal 18 febbraio al 6 marzo, durante le commemorazioni dei 140 anni dell'immigrazione italiana, e ha avuto circa 950 mila visitatori.

Ci sono tanti altri argomenti importanti quando si parla dell'immigrazione italiana, tra cui la lingua (il Talian), il cibo, il vino, l'architettura, ecc. È impossibile parlare di tutto in un singolo post. Lo farò in altre pubblicazioni.

Per finire vi invito a guardare questo bel video girato dalla tv italiana nel 2004, che racconta la storia di questa terra. 




Buona visione e arrivederci al prossimo post!