giovedì 4 agosto 2016

Battuta di pesca sul Rio Guaporé



Cari lettori,

dopo cinque anni vissuti in Rôndonia, ho finalmente conosciuto il famoso Rio Guaporé, dove ho partecipato ad una fantastica battuta di pesca in barca, sia diurna che notturna.

Rio Guaporé
Io e Renato abbiamo passato un intero fine settimana, dal venerdì pomeriggio alla domenica sera, insieme a Flavio e Mary, una coppia di alunni nonché carissimi amici di Vilhena, che hanno una bella casetta di legno ed una barca a Vila Neide, antico villaggio di pescatori che dipende dalla città di Cabixi, sempre in Rôndonia ma già al confine con la Bolivia. Da Vilhena sono circa due ore di viaggio, e solo l'ultimo tratto da Cabixi a Vila Neide non è asfaltato.

In viaggio verso ila Neide con Flavio alla guida
Io e Renato 
Strade di Rondônia
Di passaggio nella città di Colorado d'Oeste
Arrivo nella cittadina di Cabixi...con un pesce pintado ad accoglierci!
Giunti finalmente a destinazione! Vila Neide...antico villaggio di pescatori
La casetta di legno a palafitta di Mary e Flavio
Vista sul retro ...qui passa il Rio Guaporé
L'interno della casa 
La camera degli ospiti
La cucina
La sala...e Mary alle prese con la prima pulizia!
Lungo la strada abbiamo incontrato un cucciolo di armadillo (tatu in portoghese)e, nel giardino della casa di Flavio e Mary, ci aspettavano le scimmiette (macaco in portoghese).



In compagnia dell'armadillo...
La scimmietta si riposa...
...poi si mette in posa!
Una scimmietta porta il suo cucciolo a spasso sulla schiena...

Le scimmiette sono talmente socievoli che si lascerebbero guardare, fotografare e filmare per ore! Guardate che carino questo video...



Appena arrivati abbiamo preparato la barca e tutto il necessario per una prima battuta di pesca notturna. Il tragitto in barca al tramonto è stato semplicemente fantastico, e Renato ha pescato il suo primo pesce pintado! Oltre al pintado, Mary ha preso un pesce mandubé e Flavio un piranha...io sono rimasta a bocca asciutta, ma mi sono rifatta il giorno successivo.

Si parte!




Equipaggiamento da pesca pronto!
Tramonto sul Rio Guaporé
Renato pesca il suo primo pintado...
...pesce baffuto!




Un altro tramonto sul Rio Guaporé
Piranha fritto per cena
Il giorno successivo abbiamo passato l'intera giornata in barca a pescare. Nonostante il caldo, ci siamo divertiti tantissimo, abbiamo pescato molti pesci (io ho preso due pesci pintado e vari piranha, anche Renato ha pescato piranha e corvina, mentre Flavio ha pescato il tucunaré) e ci siamo rilassati sulle amache in una radura lungo il fiume, dopo una abbondante grigliata.



Mary e Flavio

Renato in totale relax...

L'albero con i semi volanti dall'aspetto di cotone
Pronta per la pesca!
Il paredão, la montagna sul versante boliviano del Rio Guaporé

A sinistra uno degli affluenti del Rio Guaporé

Nel periodo della secca si formano delle piccole spiagge lungo il fiume
Flavio e un piranha
Renato e il piranha vermelho, una variante dal colore rosso-arancione


 Il tucunaré


Pausa pranzo nella radura



Il riposo post-prandiale è assicurato con le amache!
Un po' di pesca prima del pranzo


La grigliata lungo il fiume...la griglia è una creazione di Flavio! 



I pesci iniziano ad abboccare al tramonto...

Il mio primo pintado!
...e per Renato arriva un pesce corvina molto grande!


L'inizio di un tramonto amazzonico...e una stella cadente all'orizzonte!

Non ancora soddisfatti, abbiamo deciso di uscire per un'ultima battuta di pesca anche la domenica mattina, per garantire qualche pesce in più!

Remi in barca...si parte!
La canna da pesca in stile Sampei serve per pescare le esche...i pesci lambari e piau
Il primo pesce corvina della domenica...

Una bellissima baia lungo il fiume...



Fiori acquatici all'interno della baia

Un affluente dalle acque cristalline
Il confine Bolivia-Brasile
Io e Renato in terra boliviana

Io...in Bolivia!!!
Il posto di polizia sul lato boliviano


Hasta luego!
L'ultima giornata di pesca è stata resa ancora più emozionante dall'incontro con una coppia di capibara, tante tartarughe che prendevano il sole, innumerevoli uccelli e il bellissimo boto cor-de-rosa, un piccolo delfino rosa tipico dei fiumi amazzonici (di lui, purtoppo, non ho nessuna foto). Mancava solo un jacaré (il caimano) all'appello!





Coppia di capibara
Tartarughe al sole...



Arrivederci al prossimo post!!!