domenica 13 maggio 2012

Patente di guida italiana in Brasile

Cari lettori,

per guidare in Brasile i turisti possono usare la patente italiana per tutto il periodo di durata del visto turistico o una patente internazionale di guida (valida 3 anni).

Per chi ha un visto permanente qui in Brasile, si rende necessario convalidare la patente di guida italiana, ottenendo la CNH (Carteira Nacional de Habilitaçao) brasiliana. 


Per richiedere la CNH, bisogna recarsi ad uno sportello del DETRAN (Departamento Estadual de Transito) di competenza, muniti dei seguenti documenti:
  1. Originale e copia di un documento di identità con foto (RNE, Carteira de Trabalho, RG).
  2. Originale e copia del CPF o del comprovante stampato dal sito della Receita Federal (www.receita.fazenda.gov.br).
  3. Originale e copia della patente di guida italiana, accompagnata da traduzione giurata (la traduzione deve essere richiesta qui in Brasile).
  4. Storico di Residenza italiano, emesso almeno 60 giorni prima di richiedere la conversione della patente qui in Brasile (valido solo per i cittadini brasiliani).
  5. Copia del Comprovante di Residenza in Brasile.

Al DETRAN bisogna compilare un modulo, consegnare le copie dei documenti elencati sopra, lasciare le impronte digitali, pagare una tassa di 75,04 Reais ed effettuare gli esami medici(psicologico e oftalmico) che costano 53,00 Reais ognuno. E' necessaria una foto-tessera, ma questa viene scattata allo sportello al momento della richiesta. 

Ci vogliono 10-15 giorni per avere la patente brasiliana.


Per richiedere l'addizione di categoria (ad esempio se voglio ottenere la patente A per la moto, avendo già la categoria B per la macchina), bisogna iscriversi in un'autoscuola, fare l'esame oftalmico e la sola prova pratica di guida (dopo 15 lezioni obbligatorie con l'istruttore). Il costo totale è di circa 600,00 Reais e ci vuole almeno un mese dal momento dell'iscrizione fino alla realizzazione dell'esame pratico. La differenza è che qui in Brasile le guide e la prova pratica non avvengono per strada come in Italia, ma in una specie di circuito fuori dal traffico regolare. E' più sicuro, ma poi è dura iniziare a guidare per strada!!!


Arrivederci al prossimo post!!!