sabato 26 novembre 2016

Chiusura della stagione di pesca in Rondônia

Cari lettori,

attraverso il decreto n. 308 del 2016, emesso dalla Segreteria di Sviluppo Ambientale dello stato di Rondônia (SEDAM), viene proibita la pratica della pesca amatoriale e professionista di tutte le specie di pesci che vivono nei fiumi e nei loro affluenti all'interno dello stato di Rondônia.

Il periodo di chiusura della stagione di pesca in Rondônia è iniziato ufficialmente lo scorso 15 novembre e si estenderà fino al 15 marzo del prossimo anno.

Rio Guaporé, Rondônia
Secondo la responsabile della SEDAM, Marli Lustosa Nogueira, sarà ammessa la pesca di un massimo di cinque chili di pesce al giorno per le famiglie delle comunità fluviali, per le quali la pesca rappresenta l'unico mezzo di sussistenza. In questo caso la pesca dovrà essere realizzata secondo la normativa vigente, ed è proibita la vendita del pesce pescato.

Comunità fluviali - Rio Amazonas, Brasil, 2010
Quindi, durante i prossimi 120 giorni, sarà proibita la pesca di qualsiasi specie nello stato di Rondônia, e, nel periodo di divieto di pesca, i pescatori professionisti riceveranno mensilmente dal Governo Federale un "seguro defeso", ovvero un sussidio del valore di un salario minimo (quest'anno un salario minimo in Brasile corrisponde a 880,00 reais).

Ricordiamo che la chiusura della stagione della pesca viene effettuata durante la cosidetta "piracema", ossia nel periodo in cui i pesci risalgono i fiumi nuotando controcorrente per riprodursi. L'attività di pesca in questo momento dell'anno causerebbe una forte diminuzione della quantità di pesce presente all'interno dei nostri fiumi.

I trasgressori saranno puniti con multe che variano da 700,00 reais fino a 100.000,00 reais (in caso di pesca con mezzi vietati) e il sequestro del pescato. Dovranno inoltre rispondere penalmente per crimine ambientale. L'organo di controllo durante il periodo di chiusura della pesca è la Polizia  Militare Ambientale.


Arrivederci al prossimo post!!!